sabato 27 agosto 2022
“L’ARTE CHE VIVE” NELLE OPERE DI TONINO GOTTARELLI
Sabato 27 agosto ...

> leggi di più

Attività
“in un solo sguardo”

Incontri in Fondazione…

“L’ARTE CHE VIVE” NELLE OPERE DI TONINO GOTTARELLI

  Dal 27 agosto all’11 settembre 2022 - Salannunziata - Imola

Sabato 27 agosto 2022 alle ore 18 nei locali della Salannunziata Via F.lii Bandiera 17 ad Imola, verrà inaugurata la mostra personale di Tonino Gottarelli dal titolo: “L’arte che vive”.
Nel 2022 ricorrono 15 anni dalla scomparsa di Tonino Gottarelli e 20 anni dalla creazione della Fondazione da lui voluta. L’evento, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura della Città di Imola, vuole rendere omaggio al momento più intenso della produzione artistica di Gottarelli, che comprende le nevicate, i paesaggi delle nostre colline, le strade e i segnali stradali, i tramonti, i fiori e nature morte il tutto incentrato su periodi di maggior vigore cromatico.
La mostra di Tonino Gottarelli vuole rappresentare e un evento di riferimento per la Città di Imola, in quanto l’arte è, da sempre, uno strumento in grado di promuovere e arricchire un territorio.
Dopo la grande esposizione “Il colore dell’anima” ospitata nel Quadriportico del Museo di San Domenico e curata da Claudio Spadoni, nel settembre del 2017, questa mostra offrirà ancora una volta la possibilità di confrontarsi col lirico cantore di nature morte e paesaggi caratterizzati da un intenso espressionismo che sfocia, a volte, nell’astrazione e nell’informale. All’interno della sala ci saranno due bacheche che ospitano l’attività letteraria di Gottarelli che va dal 1942 al 1995 con 16 volumi che raccolgono novelle, poesie e riflessioni saggistico- filosofiche ed alcuni cataloghi delle varie mostre più importanti. Sarà un’occasione in più per ammirare il talento poliedrico di un artista a tutto tondo.
Già Vittorio Sgarbi, nel 1986, parlava di Gottarelli come “artista insigne con l’aspetto severo del filosofo antico e con lo spirito libero del giovane bohemien, che di «mestiere» fa lo scrittore e il pittore”.
“Per me è più facile dipingere che scrivere, ed un'emozione preferisco di regola renderla attraverso la pittura – raccontava Gottarelli -. Dipingo con estrema immediatezza, e potrei paragonarmi a quegli scrittori capaci di scrivere cinquanta pagine in due o tre ore, senza mai interrompersi” .
La rassegna si inserisce nel programma di Imola in Musica 2022 e fa parte anche delle manifestazioni culturali promosse dalla Fondazione Centro Studi Tonino Gottarelli creata da Gottarelli in vita nel 2002. Oggi, la Fondazione Gottarelli è un punto di riferimento per la città con creazioni di eventi che spaziano dalla musica al teatro ma soprattutto intende proseguire il cammino tracciato dall’artista imolese nel rafforzare l’amore per la cultura, favorire il dialogo fra le arti, dare continuità ai valori su cui si fondono appartenenza e identità. Tutti questi elementi s’intrecciano, s’identificano e confluiscono nell’opera di Gottarelli e la Fondazione, nata dalla generosa volontà dell’artista di conservare e trasmettere il suo insegnamento di pittore, poeta e filosofo, vuole rappresentare un luogo d’incontro e confronto sui temi che Gottarelli avrebbe amato affrontare.

Informazioni per il pubblico:
Autore: Tonino Gottarelli
Titolo: L’arte che vive
Curatore: Mariana Campean e Valter Galavotti
Sede: Salannunziata, Via Flii Bandiera 17 - Imola
Durata: 27 agosto – 11 settembre 2022
Inaugurazione: 27 agosto ore 18
Orario: da martedì a domenica 10/12 – 16/19
Ingresso: gratuito
Tel: 0542.24487; 3394767555